The One Experience© – Un viaggio verso le proprie origini

La prima formulazione della One Experience© è nata alla fine degli anni ’60 negli Stati Uniti dal lavoro di ricercatori quali Abraham Maslow e Frank Natale, nell’ambito di un programma sponsorizzato dal governo per aiutare la reintegrazione dei reduci del Vietnam e il reinserimento dei tossicodipendenti; successivamente, dati gli ottimi risultati ottenuti nella cura di questi casi “limite”, si é pensato di estenderne l’uso sottolineandone anche gli aspetti di cura e trasformazione spirituale.

Per le modalità di svolgimento e la ricchezza delle strutture proposte si tratta di un’esperienza unica nel suo genere, in cui i partecipanti vengono messi in condizione di affrontare prima e risolvere poi tutti i traumi ed i problemi nelle varie aree della vita di ogni persona: si lavora sull’amore, il dolore, le relazioni, il lavoro, la nascita, la morte, i genitori, il sesso, la paura, il confronto con gli altri e molto altro ancora. L’esperienza avviene in un ambiente protetto nel quale la ricerca del proprio UNO attraverso le molteplici sfaccettature della mente può avvenire in tutta serenità, assistiti da un Team di persone adeguatamente preparate.

E’ un seminario intensivo e residenziale di nove giorni, nel quale vengono utilizzate tecniche terapeutiche, iniziatiche e spirituali provenienti dalle Tradizioni di tutto il mondo in un vero e proprio processo di iniziazione personale: i metodi e le strutture presentate sono stati sperimentati da scienziati e psicologi moderni, da maestri e iniziati appartenenti a culture diverse.

La struttura del lavoro è tale che ognuno, al di là della propria condizione di partenza e delle proprie aspettative, può trovare gli strumenti per lavorare ad una vera e propria trasformazione alchemica interiore. Una volta ripulita la mente dagli schemi e dai condizionamenti, infatti, l’emersione della dimensione più intima e profonda dei partecipanti risulta estremamente facilitata. Ognuno ha la possibilità di esprimere la propria ricchezza interiore, al di là dei troppi modelli comportamentali che ci si porta dietro fin dalla nascita.

Sciamani, antropologi e fisici sono concordi nell’insegnarci che la visione che la nostra mente ci fornisce della Realtà é parziale, a causa sia dei limiti percettivi dei cinque sensi che della funzione riduttrice del cervello che taglia fuori oltre il 90% dei messaggi che ci giungono dall’esterno. Di per sé si tratta di una funzione utile per agire quotidianamente, ma può diventare un grosso ostacolo nel momento in cui diventa una condizione permanente. Ripulendo il cervello dai limiti che esso stesso si pone, il lavoro della One Experience culmina in una fase dedicata all’illuminazione, nella quale si ha la possibilità di percepire la realtà esterna e la propria natura interiore da un punto di vista molto più ampio.

La preparazione inizia una settimana prima del corso attraverso una serie di esercizi mirati a risvegliare i ricordi, gli eventi salienti della propria vita, portando a focalizzare consapevolmente i sistemi di valori, i punti di vista e i condizionamenti accumulati nel corso dell’esistenza.

Lo scopo della One Experience© è offrire a tutti, indistintamente, la concreta possibilità di essere guidati verso una maggiore consapevolezza  della propria vitalità, creatività e passione, garantendo il sostegno necessario per aiutare a trovare le soluzioni già esistenti ai problemi e alle sfide della vita.

Il supporto e l’energia del gruppo si riveleranno decisivi per guarire vecchie ferite e superare quelli che sono gli ostacoli principali alla crescita e al benessere.

La struttura del lavoro è  tale che ognuno, al di là della propria posizione di partenza e delle proprie aspettative, ha a sua disposizione gli strumenti per lavorare ad una vera e propria trasformazione alchemica interiore. La forza e la ricchezza di questa esperienza sono in grado di operare dei cambiamenti decisivi e permanenti nella vita di coloro che la sperimentano.

Nella prima parte,  per mezzo di apposite strutture, si lavora per trasformare e guarire le relazioni, il rapporto con i genitori, con la morte, la paura, l’autostima, la sessualità, la comunicazione, trasmutando l’atteggiamento di vittima, con il quale di solito si sfugge all’assunzione delle proprie responsabilità nel determinare la propria esistenza, recuperando il proprio potere personale in una condizione di consapevolezza e responsabilità.

Nella fase successiva si utilizza una serie di tecniche, provenienti sia dalla psicologia che dalle tradizioni (es. dal sufismo) per rilasciare tutte le emozioni negative, ripulendo il subconscio dai traumi e dai condizionamenti passati.

Si lavora con strutture reali e verosimili, per poter manifestare e riconoscere i modelli comportamentali dietro i quali ci si rifugia nella vita  di tutti i giorni, imparando a vivere in maniera più consapevole la propria vita, ad essere spontanei, a ridere anche di se stessi, scoprendo la gioia di perdonare e di aprirsi alla realtà.

L’ultimo giorno si ha la possibilità di verificare il lavoro compiuto per mezzo del “Rituale dello Specchio” nel corso del  quale, contemplando l’immagine del proprio volto riflessa nello specchio, la si vedrà letteralmente scomparire, entrando in contatto con se stessi come pura coscienza, realizzando intimamente il significato dell’IO SONO.

Ho appreso le tecniche fondamentali della One Experience© vivendola per prima cosa su me stesso, e quindi lavorando direttamente ad Amsterdam con Frank Natale e in America con sciamani della tradizione nordamericana, quali Archie Fire e Kills in the Fog, e andina quali Don Juan Nuñez del Prado.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *